Seleziona una pagina

IL MEGLIO DELLA GROENLANDIA

 

L’esperienza più completa a cui si possa prendere parte nel Sud dell’isola più grande del mondo, alla scoperta della zona più ricca di meraviglie naturali di tutta la Groenlandia in un piccolo gruppo di massimo 12 persone con guide/accompagnatori di lingua italiana. Navigazione tra gli iceberg in zodiak e kayakfronti e lingue glaciali, acque calde naturali, escursione con i ramponi sulla calotta polare, pareti verticali, trekking ed escursioni, paesaggi e natura selvaggi, fauna polare, tra cui foche e balene, visita a villaggi e città Inuit, antiche rovine vichinghe Patrimonio Mondiale dell’UNESCO… Il tutto accompagnati da un clima mite, con la possibilità di ammirare il magico fenomeno delle Aurore Boreali anche nella stagione estiva, in una delle zone considerate tra le migliori del pianeta per lo studio di questo spettacolare fenomeno naturale.

L’esperienza più completa a cui si possa prendere parte nel Sud dell’isola più grande del mondo, alla scoperta della zona più ricca di meraviglie naturali di tutta la Groenlandia in un piccolo gruppo di massimo 12 persone con guide/accompagnatori di lingua italiana. Navigazione tra gli iceberg in zodiak e kayakfronti e lingue glaciali, acque calde naturali, escursione con i ramponi sulla calotta polare, pareti verticali, trekking ed escursioni, paesaggi e natura selvaggi, fauna polare, tra cui foche e balene, visita a villaggi e città Inuit, antiche rovine vichinghe Patrimonio Mondiale dell’UNESCO… Il tutto accompagnati da un clima mite, con la possibilità di ammirare il magico fenomeno delle Aurore Boreali anche nella stagione estiva, in una delle zone considerate tra le migliori del pianeta per lo studio di questo spettacolare fenomeno naturale.

Scopri di più +

Navigando in imbarcazioni semirigide percorreremo i fiordi dell’immensa Groenlandia del Sud, un paese incredibile in cui non esistono strade di collegamento tra le città.Lungo il nostro tragitto potremo ammirare i ghiacci che galleggiano placidi nelle loro particolari e bizzarre forme, iceberg turchesi e giganti archi di ghiaccio che sembrano sul punto di cadere in mare. Con un po’ di fortuna potremo avvistare esemplari di fauna locale come foche e balene.

Conosceremo variopinte cittadine Inuit, come Qaqortoq, Narsaq e Nanortaliq, e pittoreschi villaggi come Igaliku, Qassiarsuk e Tasiusaq, e combineremo le visite in città con la permanenza negli accampamenti permanenti e da montare situati nei luoghi reputati come i più belli della Groenlandia dal punto di vista paesaggistico: davanti a uno dei fronti glaciali più grandi del Sud, vicino alle acque termali di Uunartoq e nel fiordo del Tasermiut.

Nel primo tra accampamenti avremo il privilegio di godere di incredibili viste sul fronte del ghiacciaio più antico del mondo e sull’Inlandis, accompagnati dal costante fragore del ghiaccio che cade nel mare e dalla visita dei caribù. Faremo un’esclusiva escursione sul ghiacciaio con i ramponi, paragonabile solo a quella del Perito Moreno, avanzando sul ghiaccio millenario e ammirando i labirintici crepacci, i canali e le grotte di ghiaccio.

Durante la notte, dalla grande tenda a cupola che funge da sala da pranzo o mentre ci prepareremo a dormire, potremo osservare la magica danza delle Aurore Boreali, visibili dalla seconda metà di agosto. Questo accampamento è stato designato più volte dagli scienziati dell’Osservatorio Astronomico delle Isole Canarie come il miglior luogo del pianeta per lo studio di questo spettacolare fenomeno.Sull’isola di Uunartoq, ci immergeremo in una sorgente d’acqua termale, circondati dal mare coperto da iceberg, un luogo unico nel suo genere in tutta la Groenlandia.Nel fiordo del Tasermiut, classificato dalla Lonely Planet come una delle 10 meraviglie dell’Artico e soprannominato “la Patagonia dell’Artico”, realizzeremo i migliori trekking circondati dalle sue pareti verticali: i panorami che ammireremo dal nostro accampamento base, situato ai piedi dell’Ulamertorsuaq, il migliore “Bigwall” dell’Artico e una tra le 10 migliori pareti di arrampicata del mondo, sono incredibilmente suggestivi.Avremo anche la possibilità di pescare salmone e salmerino alpino, raccogliere funghi e bacche e partecipare ad un’indimenticabile escursione in kayak, l’antico mezzo di trasporto degli inuit, fra gli iceberg. Ramón Larramendi, esploratore polare e fondatore di Terre Polari, dopo aver viaggiato dal 1985 e per anni con kayak, sci e cani da slitta in tutto l’Artico, ha scelto di stabilirsi nel Sud della Groenlandia per la bellezza della sua natura ancora incontaminata e per il suo piacevole clima. Lo stesso fece Erik il Rosso, il primo vichingo che arrivò in Groenlandia nel 985, stabilendosi proprio a Qassiarsuk (Brattahlid), una tranquilla cittadina dove visiteremo le testimonianze di Erik e la ricostruzione della prima chiesa cristiana in continente americano.Negli ultimi 1.000 anni, le culture degli Inuit e dei Vichinghi hanno dato origine alla gente e alla terra della regione del sud della Groenlandia. Qassiarsuq e Igaliku rappresentano gli esempi più significativi della cultura agricola groenlandese e scandinava. Questa eredità unica è stata recentemente riconosciuta e iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

La Groenlandia conserva al suo interno preziose risorse naturali e quest’avventura davvero unica, permetterà di contemplare la bellezza della sua natura ancora intatta e allo stato puro.

IN EVIDENZA

  • Navigazione in imbarcazione semi-rigida attraverso quasi tutti i fiordi del sud della Groenlandia per sperimentare il vero spirito d’avventura e ammirare un’enorme varietà di paesaggi: iceberg, tundra, montagne, pareti selvagge e ghiacciai.
  • Conoscere da vicino il Fiordo del Tasermiut e le sue imponenti e spettacolari pareti verticali che formano la cosiddetta “Patagonia Artica” sia per similitudine sia per spettacolarità, catalogata come una delle 10 meraviglie del mondo nelle guide della Lonely Planet.
  • Pernottare in due spettacolari accampamenti: il campo base di Qaleraliq e quello di Tasermiut, situati in due dei luoghi più suggestivi del Sud della Groenlandia, in piena armonia con la natura selvaggia.
  • Realizzare un’esclusiva escursione con i ramponi in una delle superfici ghiacciate più antiche dell’intero pianeta: un trekking unico in Groenlandia paragonabile solo a quello del Perito Moreno in Patagonia (Argentina).
  • Rilassarsi nelle calde acque di Uunartoq circondati da enormi blocchi di ghiaccio che galleggiano indisturbati nelle acque del fiordo, dove ci accamperemo per pernottare su quest’incantevole isola.
  • Ammirare lo spettacolare fenomeno delle Aurore Boreali nelle serate più serene e limpide (a partire da metà di agosto) in una zona tra le più conosciute per l’osservazione di queste “danze celesti” tipiche del grande Nord.
  • Visitare le uniche città del sud della Groenlandia, Qaqortoq, Narsaq e Nanortalik (in Groenlandia una città è considerata tale quando conta più di 1000 abitanti).
  • Visitare diversi piccoli villaggi, alcuni abitati da non più di 100 persone e poco frequentati, come Tasiusaq, Saarloq e Alluitsup Paa.
  • Constatare in prima persona gli effetti del cambiamento climatico nel sud della Groenlandia: scioglimento dei ghiacci, minor quantità di superficie di ghiaccio, sorgere di boschi e di vegetazione laddove prima non potevano crescere piante.
  • Degustare parte della dieta tradizionale Inuit.
  • Possibile avvistamento di fauna artica: da terra di caribù, lepri, aquile e volpi polari e dalle imbarcazioni di balene e foche.
  • Visita ai più importanti siti archeologici vichingi e Inuit del sud della Groenlandia: le rovine di Gardar (Igaliku) e Brattahlid (Qassiarsuk), parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 2017.
  • Possibilità di realizzare un’indimenticabile escursione in kayak tra gli iceberg, in piena armonia con la natura.
  • Partecipare a un tour unico e completo in un piccolo gruppo di massimo 12 persone accompagnati da guide/accompagnatori di lingua italiana.

1° giorno: Volo Italia/Copenaghen o Reykjavik Keflavik e pernottamento (servizi non inclusi, su richiesta).

2° giorno: Accampamento di Qaleraliq e navigazione

Volo da Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport a Narsarsuaq. Incontro con la guida e navigazione in imbarcazione semirigida (zodiak) lungo il fiordo di Tunulliarfik fino ad arrivare a Qaleraliq. Navigheremo tra gli iceberg verso l’Inlandis (la Calotta Polare) per giungere all’accampamento fisso situato in una spiaggia di sabbia bianca davanti a tre enormi fronti glaciali. La vista sul ghiacciaio rende questo luogo uno dei più magici del sud della Groenlandia: enormi pezzi di ghiaccio si staccano creando forti rumori che interrompono il silenzio di questi luoghi incontaminati.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

3° giorno: Lago Tasersuatsiaq e vista dell’Inlandis

Partiremo dall’accampamento e, percorrendo un’incredibile vallata dall’aspetto quasi desertico, giungeremo a una zona ricca di tundra dove si trova il lago Tasersuatsiaq. Risaliremo la cima (400 metri s.l.m. circa) per ammirare dall’alto il fiordo, il lago, la maestosa calotta polare con le sue famose isole rocciose chiamate “nunatak”. Possibilità di avvistare fauna locale, nonché i numerosi caribù che vivono pacifici in queste zone.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

4° giorno: Fronti glaciali ed escursione sul ghiacciaio

Oggi navigheremo per circa 10 km a bordo dello zodiak avvicinandoci ai fronti glaciali, per ammirare le pareti verticali che si gettano sul mare, gli iceberg e il distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. Sbarco e inizio dell’escursione guidata sul ghiacciaio con ramponi (accessibile a tutti) attraverso una delle superfici ghiacciate più antiche del pianeta, esplorando le crepe, i seracchi e le varie formazioni di ghiaccio che conferiscono al ghiacciaio un incredibile aspetto labirintico. Un’esperienza unica, originale, eccitante che riesce a sorprendere tutti.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

5° giorno: La città Inuit di Narsaq

Trasferimento in imbarcazione semirigida fino alla città di Narsaq, la terza città del sud con i suoi 1.500 abitanti, famosa per le sue casette colorate. Tempo libero per visitare la cittadina, il porto, il mercato del pesce o per trascorrere del piacevole tempo con gli abitanti presso il bar locale.
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

6° giorno: Saarloq e le acque calde di Uunartoq

Navigheremo in direzione di Saarloq, pittoresco villaggio praticamente abbandonato dove potremo passeggiare prima di raggiungere, sempre via mare, il villaggio di Alluitsup Paa. Questa località è famosa per essere “la capitale delle balene” infatti, durante la navigazione tra l’intricato dedalo di fiordi, con un po’ di fortuna ne potremo avvistare diverse specie. Arriveremo, infine, all’isola di Uunartoq, dove sgorga acqua calda dal terreno e dove avremo tempo libero per poter godere di un rilassante bagno in acque che raggiungono i 38°C e che sono frequentate anche dai locali. Poco distante da queste “piscine naturali” potremo ammirare grandi blocchi di ghiaccio che rendono questo paesaggio ancora più suggestivo e ricco di contrasti. Cena e pernottamento in tenda.

7° giorno: Tasermiut, Tasiusaq e Kuusuaq

A bordo dello zodiak navigheremo per il fiordo del Tasermiut, probabilmente uno dei più remoti a belli della zona, prima di arrivare a Tasiusaq: villaggio ripopolato negli anni ’30 dai famigliari dei sopravvissuti a una terribile carestia avvenuta circa 140 anni fa. Continueremo via mare, per raggiungere l’accampamento di Kuusuaq, nei pressi del quale faremo una bella camminata immersi in un paesaggio alpino mozzafiato. Cena e pernottamento in tenda.

8° giorno: Il ghiacciaio e le montagne del Tasermiut

Arriveremo al ghiacciaio del Tasermiut, navigando lungo l’omonimo fiordo accompagnati da viste impressionanti sulle cime di Ketil, Ulamertorsuaq e Tininnertuup. Giungeremo ai piedi della massa glaciale, una “cascata di ghiaccio” che si getta in mare con un’estensione di 3 km, uno scenario davvero impressionante.
Pernotteremo in una cornice naturale considerata come una delle “10 meraviglie dell’Artico”: un accampamento vicino alla cima del Ulamertorssuaq, famosa parete rocciosa verticale che attrae molti scalatori da tutto il mondo.
Cena e pernottamento in tenda.

9° giorno: Trekking di Nalumasortoq

Oggi ci avvicineremo alle pareti granitiche del Nalumasortoq, che possono apparentemente sembrare delle grandi pagine di un libro aperto: realizzeremo un trekking immersi nella natura glaciale e alpina del luogo. Ci faranno da cornice numerose cime, tra cui la facciata sud del Ketil e quella nord del Ulamertorssuaq. Cena e pernottamento in tenda.

10° giorno: Trekking di Ulamertorssuaq

Anche oggi ci dedicheremo a un emozionante trekking verso la cima Ulamertorssuaq, famosa per essere considerato il miglior “Bigwall” dell’Artico e meta prediletta da molti scalatori che vogliono intraprendere l’impresa di risalire le sue pareti.
Cena e pernottamento in tenda.

11° giorno: Nanortalik

Saliremo a bordo dello zodiak per raggiungere la città più meridionale del Paese, nonché per rientrare alla “civiltà”. Arriveremo, infatti, a Nanortalik, la seconda città più abitata del sud della Groenlandia. Tempo libero per la visita della cittadina, del Museo della Cultura e Tradizioni Inuit, per comprare qualche oggetto di artigianato locale o semplicemente bere qualcosa ammirando le viste di un villaggio che rimane isolato dal ghiaccio durante gran parte dell’anno. Possibilità di realizzare una visita guidata della cittadina (opzionale).
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

12° giorno: Alluitsup Paa e Qaqortoq

Un piccolo villaggio che si affaccia sul mare aperto ci accoglierà dopo una navigazione in zodiak: Alluitsup Paa, con le sue tranquille vie dove potremo passeggiare alla scoperta di antiche tradizioni di pesca e caccia Inuit. Continueremo la nostra giornata a Qaqortoq, la capitale della Groenlandia del sud, dichiarata cittadina più affascinante del Paese grazie alle tipiche e variopinte casette di legno che colorano le sue vie. Tempo libero per conoscerne i dintorni o per entrare nel Museo, nel negozio di pelli o nel club di kayak locale. Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

13° giorno: Igaliku, Qassiarsuk e il Qooroq

Oggi raggiungeremo in zodiak Itilleq da dove inizia il Kongevejen (Sentiero del Re) che percorreremo per scoprire Igaliku “il villaggio più bello della Groenlandia”, con le sue colorate case e una magnifica vista sul fiordo. Visiteremo le rovine di Gardar, l’antica capitale religiosa della Groenlandia vichinga che, dal 2017, fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Ci imbarcheremo nuovamente e, navigando tra gli enormi iceberg, attraverseremo il fiordo del Qooroq dove si trova il fronte glaciale più attivo di tutta la regione. Prosegue la nostra navigazione fino a Qassiarsuk, un villaggio di circa 40 abitanti, dove si potrà vedere la statua del famoso Leif Erikson, il primo esploratore europeo ad essere giunto a nord del Continente americano, figlio di Erik Il Rosso e fondatore di Brattahlid, il primo insediamento scandinavo e la capitale della Groenlandia vichinga.
Cena e pernottamento in rifugio/ostello.

14° giorno: Tasiusaq, Sermilik e kayak tra gli iceberg

Cammineremo per raggiungere la fattoria di Tasiusaq, sulle sponde del fiordo di Sermilik solitamente bloccato da iceberg provenienti dal ghiacciaio Eqaloruutsit. Possibilità di realizzare un’emozionante escursione in kayak (opzionale): si tratta di una facile e sicura escursione (accessibile a tutti) in kayak di circa due ore, tra le tranquille acque del fiordo e i numerosi iceberg provenienti dal ghiacciaio. Dopo l’escursione in kayak si ritorna a Qassiarsuk, con visita guidata di Brattahlid, oggi parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, dove si stabilì Erik Il Rosso. Cena e pernottamento in rifugio/ostello.

15° giorno: La “Valle dei mille fiori” e il ghiacciaio

Navigazione in imbarcazione semirigida diretti a Narsarsuaq. Prenderemo parte a una delle escursioni più famose della Groenlandia, la “Valle dei mille fiori”: formata dal ritiro dei ghiacci che ha lasciato, dietro di sé, sedimenti tra i quali nascono ogni primavera coloratissimi fiori. Risaliremo un sentiero fino alla cima, dove si trova il ghiacciaio Kiattut dal quale si possono ammirare delle viste spettacolari del ghiacciaio, la valle e i numerosi “nunatak” presenti tra i ghiacci. Cena a base di specialità Inuit locali.
Pernottamento in rifugio/ostello.

16° giorno: Narsarsuaq-Copenaghen/Reykjavik

Rientro a Narsarsuaq, tempo libero per una visita al museo Blue West che racconta del ruolo di Narsarsuaq durante la Seconda Guerra Mondiale. Possibilità di risalire al “View Point”, dalla quale si possono avere viste del fiordo, della pianura di Narsarsuaq e del ghiacciaio del Kiattut. Pranzo libero e volo per Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport. Cena libera e pernottamento a Copenaghen o Reykjavik (su richiesta).

17° giorno: Volo Copenaghen o Reykjavik Keflavik – Italia (su richiesta).

NOTA BENE: il programma è a titolo orientativo e può essere soggetto a variazioni a causa di circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno, del ghiaccio e del mare, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere l’organizzazione e la guida a variare il programma stabilito all’origine, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore. La Groenlandia è il paese più selvaggio dell’emisfero nord, le infrastrutture sono a volte quasi inesistenti e quindi le difficoltà logistiche sono enormi. Un proverbio locale groenlandese dice: “il clima comanda in Groenlandia”. Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso, ma il programma di viaggio e le attività previste rimangono comunque le stesse.

Tipologia di tour

Si tratta di un viaggio avventura, livello medio.Questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti coloro che amano il trekking e desiderano realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura selvaggia, con un minimo di allenamento e non hanno problemi a dormire in tenda.

Escursioni e attività

Il trekking sono di livello medio di durata variabile dalle 3 alle 4 ore giornaliere, con soste e pause intermedie. Un unico trekking può raggiungere le 5-6 ore di durata e un dislivello di circa +600 metri, ma si sviluppa su un terreno di facile percorribilità. È importante ricordare che le variabili condizioni metereologiche groenlandesi e lo stato del terreno, che in alcuni punti potrebbe risultare scivoloso,  possono variare sensibilmente il livello delle camminate, pertanto la guida si occuperà di adattarne il ritmo. Potrebbe essere necessario attraversare piccoli ruscelli.Il livello delle escursioni è da considerarsi un fattore puramente soggettivo e che dipende anche dal livello e dalla condizione fisica di ogni partecipante.Tutte le escursioni sono facoltative, trattandosi di un viaggio itinerante e considerata la conformazione della destinazione, non è possibile proporre attività alternative.

Ramponi sul ghiacciaio: si tratta di una semplice camminata con i ramponi su una lingua glaciale. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà un trekking che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sul ghiaccio millenario ed essere testimoni delle incredibili formazioni di ghiaccio, i crepacci, i seracchi, ecc. L’escursione con i ramponi sarà guidata da una guida specializzata di Alta Montagna con omologazione internazionale.

Escursione in kayak:  è un’attività opzionale – si realizza a bordo di kayak doppi e si tratta di una piacevole passeggiata su acque tranquille vicino alle rive del fiordo caratterizzato dalla presenza di numerosi iceberg. Non è necessaria esperienza previa, la guida fornirà il materiale necessario e tutte le informazioni per vivere al meglio l’esperienza in completa sicurezza.

Gruppo

Minimo 6 – massimo 12 persone. Il gruppo piccolo di partecipanti rende il clima tra i viaggiatori famigliare, amichevole e sereno. Lo spirito di gruppo e la collaborazione sono elementi essenziali per questo e per tutti gli altri viaggi che propone Terre Polari, con l’obiettivo di essere non solo un viaggiatore, ma parte integrante dell’avventura polare. L’organizzazione è internazionale, pertanto potrebbero prendere parte al tour viaggiatori di altre nazionalità con cui condividere esperienze e momenti.

Le prenotazioni si possono effettuare in qualsiasi momento, indipendentemente dal numero di viaggiatori interessati (individuali, coppie, gruppetti, ecc.). Al momento della prenotazione, previo pagamento della quota prevista, si verrà assegnati ad un gruppo in formazione fino al raggiungimento di massimo 12 viaggiatori previsti.

Età minima

L’età minima consigliata è di 15 anni compiuti; i minori di 18 anni devono essere accompagnati dai genitori o da un tutore legale.

La guida

Le guide sono parte integrante dei gruppi che accompagnano durante tutta la durata del tour: guidano i trekking e coordinano il gruppo. Inoltre, organizzano tutte le attività comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione da parte di tutti. Le guide sovraintendono sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da loro fornite per lo svolgimento dell’itinerario. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse hanno facoltà di modificare il programma se lo ritengono necessario.Durante la permanenza e l’avventura nel sud della Groenlandia, è possibile che diverse guide si alternino e si incarichino della buona riuscita del programma descritto. In alcuni casi, nelle partenze “italiane”, potrebbe esserci la presenza di una guida affiancata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana.

Le attività comuni

Lo spirito d’avventura, di collaborazione, di complicità e solidarietà sono valori che rappresentano appieno la filosofia di questo viaggio assieme a buon umore e tolleranza verso i compagni di viaggio. Per attività come preparazione dei pasti, lavaggio dei piatti, montaggio tende, carico/scarico bagagli dalle imbarcazioni e trasporto materiale comune dal punto di sbarco all’accampamento è richiesta la piena collaborazioni da parte di tutti, guida compresa.

Navigazione e imbarcazioni

Vista la quasi completa assenza di una rete stradale nel sud della Groenlandia, i trasferimenti si effettuano via mare in un’imbarcazione semirigida a motore (zodiak), guidata da personale esperto. Si tratta di un mezzo sicuro, perfetto per navigare agilmente tra le acque e per raggiungere zone altrimenti inaccessibili. Verrà fornito dall’organizzazione l’equipaggiamento specifico per la navigazione.

Il bagaglio

A ogni viaggiatore è richiesto di avere con sé uno zainetto di 20/30 litri (da utilizzare durante le attività) e un bagaglio di circa 60/70 litri (per il materiale personale). Il bagaglio più grande non deve essere rigido, ma morbido e comodo per i numerosi spostamenti in zodiak (zaino o borsone). All’arrivo in Groenlandia sarà fornito dall’organizzazione a ogni partecipante 1 sacco/borsone in materiale resistente (capacità 90 litri) all’interno del quale dovrà essere messo tutto l’abbigliamento e il materiale personale necessario durante il viaggio compreso il sacco a pelo. L’abbigliamento non utile per il tour può essere lasciato all’interno del proprio zaino/borsone presso un magazzino nei pressi del rifugio e sarà riconsegnato alla fine del tour. In caso si smarrimento del bagaglio durante il volo, l’organizzazione farà il possibile per recapitarlo la viaggiatore ma, viste le complessità logistiche di trasferimento e la zona remota, non si può garantire la consegna in tempi brevi.

Clima e ore di luce

Nel sud della Groenlandia le temperature superano spesso i 15º in luglio, in agosto si mantengono tra i 5º e i 10º con occasionali gelate durante la seconda metà del mese e in settembre le temperature oscillano tra i 5º e gli 8º durante il giorno, arrivando a scendere fino ai -5º durante la notte. Tuttavia le condizioni meteorologiche in Groenlandia non sono prevedibili, pertanto è necessario essere sempre ben equipaggiati in caso di precipitazioni e vento. Durante il periodo estivo, soprattutto tra il mese di giugno e quello di luglio, si possono raggiungere le 20 ore di luce al giorno.

EstateOra di luce giornialere

Temperature

 medie(max/min)

giugno/luglio18-2015°/10°
agosto14-1710°/5°
settembre13-118°/-5°

Aurora Boreale

Questo particolare fenomeno è generalmente osservabile solamente in inverno, ma nel sud della Groenlandia è possibile ammirare questo spettacolo di luci già a partire da metà agosto. Queste zone risultano essere, infatti, uno dei migliori osservatori naturali per ammirare le Aurore Boreali. Inoltre, la poca contaminazione luminosa che troveremo durante il tour, renderà possibile l’avvistamento in qualsiasi luogo durante le notti più serene.

Condizioni del ghiaccio e del mare

La corrente proveniente dall’oceano Artico, trasporta con sé grandi quantità di ghiaccio che fanno sì che le acque groenlandesi siano ricoperte da grandi iceberg. La banchisa risulta solitamente sgombra e perfettamente navigabile ma, sebbene accada raramente, potrebbe diventare impossibile raggiungere alcune zone per mare. Infatti, gli enormi pezzi di ghiaccio potrebbero ostacolare la navigazione all’interno di alcuni fiordi del sud della Groenlandia fino a bloccarli completamente. In caso non si potesse navigare, l’organizzazione si adopererà nel trovare un percorso alternativo via terra, se possibile.

Comunicazioni

La connessione telefonica è presente solamente nei centri urbani, come Narsarsuaq, Qassiarsuk, Narsaq, Qaqortoq e Nanortalik. Fuori dai centri abitati non è garantita la copertura telefonica, pertanto gli accampamenti sono provvisti di telefono satellite Iridium e di radio, le imbarcazioni sono dotate di radio a banda marina e le guide dispongono uno SPOT (localizzatore satellitare GPS o simile) di emergenza.

Pernottamento

una delle caratteristiche di questo tour è il pernottamento in camera condivisa con servizi comuni, in strutture come rifugi o ostelli totalmente equipaggiati o in accampamento.Rifugio/ostello: situati sulle rive di un fiordo si trovano in contesti paesaggistici unici. Le strutture prevedono camere da 2 a 12 posti letto, sono riscaldate, dispongono di elettricità e acqua calda. Nell’ostello Leif Eriksson di Qassiarsuq è possibile utilizzare Wi-Fi a pagamento nelle zone comuni. Gli alloggi non forniscono biancheria da letto, pertanto è necessario che ogni viaggiatore abbia con sé un sacco a pelo. I pernottamenti previsti  potrebbero essere sostituiti con pernottamenti in altre strutture della zona con le stesse caratteristiche.

Accampamento di Qaleraliq: si trova su una spiaggia di sabbia fina, davanti a grandi fronti glaciali. È costituito da una tendone tipo domo che funge da cucina equipaggiata e sala da pranzo comune dove verranno servite colazioni e cene, mentre il pernottamento è previsto all’interno di tende, su brandine a castello e si dorme nei propri sacchi a pelo pesanti. L’accampamento si trova a circa 150 m. dal punto di sbarco dallo zodiak, dispone di bagno chimico esterno e condiviso, ma non dispone di docce. L’accampamento si trova in un ambiente completamente isolato, dove sono assenti altri segni della presenza umana. Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Accampamento di Tasermiut: situato ai piedi delle pareti rocciose di Ulamertorssuaq, Nalumasortoq e Ketil, si tratta di un accampamento costituito da una tenda premontata tipo domo che funge da cucina equipaggiata e sala da pranzo comune dove verranno servite colazioni e cene. Il pernottamento, invece, è previsto su materassini isolanti nei propri sacchi a pelo pesanti, all’interno di tende doppie da spedizione, che andranno montate da ogni viaggiatore una volta giunti in loco. Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Accampamento di Uunartoq e di Kuusuaq: entrambi gli accampamenti dispongono di una tenda “tipi” che funge da cucina e che andrà montata da il gruppo una volta giunti in loco. Il pernottamento è previsto in tende igloo da 2 posti, su materassini isolanti nei propri sacchi a pelo pesanti. Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Alimentazione

Questo tour prevede la formula di pensione completa (bevande escluse) con le colazioni, pranzi e cene incluse (come da programma di viaggio). Il pranzo è solitamente un pic-nic, mentre la colazione e la cena vengono preparati dalla guida con la piena collaborazione di tutti i viaggiatori e vengono consumate presso il luogo dove si pernotta. Si prevede l’utilizzo di alcuni prodotti in scatola.Durante la cena tradizionale si ha la possibilità di assaggiare alcuni degli alimenti tipici della cucina Inuit: carne di foca, di balena e di caribù, fletan affumicato, anmassat e baccalà essiccato,  ecc.Qualora il viaggiatore abbia delle esigenze alimentari particolari, intolleranze, celiachia, o sia vegetariano, deve segnalarlo al momento della prenotazione compilando un apposito modulo  affinché le guide possono essere informate con largo anticipo delle specificità di ognuno e venire incontro, nel limite del possibile, alle esigenze di tutti i viaggiatori.

Prenotazione e termine d'iscrizione

Prenotazione: acconto del 40% del prezzo totale del tour + quota volo dall’Italia a Reykjavik o Copenaghen + tasse aeroportuali voli interni + eventuali supplementi o servizi extra + polizza medico/bagaglio/annullamento (obbligatoria) e spese gestione pratica al momento della prenotazione, il saldo entro 45 giorni prima della partenza. Per prenotazioni in epoca successiva a tale termine il saldo dovrà essere versato al momento della prenotazione in un’unica soluzione.

Termine d’iscrizione: raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per poter trovare migliori soluzioni e tariffe dei voli. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour e dei posti liberi nei voli a Narsarsuaq; sotto data potrebbe esserci un supplemento applicato dalla compagnia aerea.

Descrizione

Scopri di più +

Navigando in imbarcazioni semirigide percorreremo i fiordi dell’immensa Groenlandia del Sud, un paese incredibile in cui non esistono strade di collegamento tra le città.Lungo il nostro tragitto potremo ammirare i ghiacci che galleggiano placidi nelle loro particolari e bizzarre forme, iceberg turchesi e giganti archi di ghiaccio che sembrano sul punto di cadere in mare. Con un po’ di fortuna potremo avvistare esemplari di fauna locale come foche e balene.

Conosceremo variopinte cittadine Inuit, come Qaqortoq, Narsaq e Nanortaliq, e pittoreschi villaggi come Igaliku, Qassiarsuk e Tasiusaq, e combineremo le visite in città con la permanenza negli accampamenti permanenti e da montare situati nei luoghi reputati come i più belli della Groenlandia dal punto di vista paesaggistico: davanti a uno dei fronti glaciali più grandi del Sud, vicino alle acque termali di Uunartoq e nel fiordo del Tasermiut.

Nel primo tra accampamenti avremo il privilegio di godere di incredibili viste sul fronte del ghiacciaio più antico del mondo e sull’Inlandis, accompagnati dal costante fragore del ghiaccio che cade nel mare e dalla visita dei caribù. Faremo un’esclusiva escursione sul ghiacciaio con i ramponi, paragonabile solo a quella del Perito Moreno, avanzando sul ghiaccio millenario e ammirando i labirintici crepacci, i canali e le grotte di ghiaccio.

Durante la notte, dalla grande tenda a cupola che funge da sala da pranzo o mentre ci prepareremo a dormire, potremo osservare la magica danza delle Aurore Boreali, visibili dalla seconda metà di agosto. Questo accampamento è stato designato più volte dagli scienziati dell’Osservatorio Astronomico delle Isole Canarie come il miglior luogo del pianeta per lo studio di questo spettacolare fenomeno.Sull’isola di Uunartoq, ci immergeremo in una sorgente d’acqua termale, circondati dal mare coperto da iceberg, un luogo unico nel suo genere in tutta la Groenlandia.Nel fiordo del Tasermiut, classificato dalla Lonely Planet come una delle 10 meraviglie dell’Artico e soprannominato “la Patagonia dell’Artico”, realizzeremo i migliori trekking circondati dalle sue pareti verticali: i panorami che ammireremo dal nostro accampamento base, situato ai piedi dell’Ulamertorsuaq, il migliore “Bigwall” dell’Artico e una tra le 10 migliori pareti di arrampicata del mondo, sono incredibilmente suggestivi.Avremo anche la possibilità di pescare salmone e salmerino alpino, raccogliere funghi e bacche e partecipare ad un’indimenticabile escursione in kayak, l’antico mezzo di trasporto degli inuit, fra gli iceberg. Ramón Larramendi, esploratore polare e fondatore di Terre Polari, dopo aver viaggiato dal 1985 e per anni con kayak, sci e cani da slitta in tutto l’Artico, ha scelto di stabilirsi nel Sud della Groenlandia per la bellezza della sua natura ancora incontaminata e per il suo piacevole clima. Lo stesso fece Erik il Rosso, il primo vichingo che arrivò in Groenlandia nel 985, stabilendosi proprio a Qassiarsuk (Brattahlid), una tranquilla cittadina dove visiteremo le testimonianze di Erik e la ricostruzione della prima chiesa cristiana in continente americano.Negli ultimi 1.000 anni, le culture degli Inuit e dei Vichinghi hanno dato origine alla gente e alla terra della regione del sud della Groenlandia. Qassiarsuq e Igaliku rappresentano gli esempi più significativi della cultura agricola groenlandese e scandinava. Questa eredità unica è stata recentemente riconosciuta e iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

La Groenlandia conserva al suo interno preziose risorse naturali e quest’avventura davvero unica, permetterà di contemplare la bellezza della sua natura ancora intatta e allo stato puro.

IN EVIDENZA

  • Navigazione in imbarcazione semi-rigida attraverso quasi tutti i fiordi del sud della Groenlandia per sperimentare il vero spirito d’avventura e ammirare un’enorme varietà di paesaggi: iceberg, tundra, montagne, pareti selvagge e ghiacciai.
  • Conoscere da vicino il Fiordo del Tasermiut e le sue imponenti e spettacolari pareti verticali che formano la cosiddetta “Patagonia Artica” sia per similitudine sia per spettacolarità, catalogata come una delle 10 meraviglie del mondo nelle guide della Lonely Planet.
  • Pernottare in due spettacolari accampamenti: il campo base di Qaleraliq e quello di Tasermiut, situati in due dei luoghi più suggestivi del Sud della Groenlandia, in piena armonia con la natura selvaggia.
  • Realizzare un’esclusiva escursione con i ramponi in una delle superfici ghiacciate più antiche dell’intero pianeta: un trekking unico in Groenlandia paragonabile solo a quello del Perito Moreno in Patagonia (Argentina).
  • Rilassarsi nelle calde acque di Uunartoq circondati da enormi blocchi di ghiaccio che galleggiano indisturbati nelle acque del fiordo, dove ci accamperemo per pernottare su quest’incantevole isola.
  • Ammirare lo spettacolare fenomeno delle Aurore Boreali nelle serate più serene e limpide (a partire da metà di agosto) in una zona tra le più conosciute per l’osservazione di queste “danze celesti” tipiche del grande Nord.
  • Visitare le uniche città del sud della Groenlandia, Qaqortoq, Narsaq e Nanortalik (in Groenlandia una città è considerata tale quando conta più di 1000 abitanti).
  • Visitare diversi piccoli villaggi, alcuni abitati da non più di 100 persone e poco frequentati, come Tasiusaq, Saarloq e Alluitsup Paa.
  • Constatare in prima persona gli effetti del cambiamento climatico nel sud della Groenlandia: scioglimento dei ghiacci, minor quantità di superficie di ghiaccio, sorgere di boschi e di vegetazione laddove prima non potevano crescere piante.
  • Degustare parte della dieta tradizionale Inuit.
  • Possibile avvistamento di fauna artica: da terra di caribù, lepri, aquile e volpi polari e dalle imbarcazioni di balene e foche.
  • Visita ai più importanti siti archeologici vichingi e Inuit del sud della Groenlandia: le rovine di Gardar (Igaliku) e Brattahlid (Qassiarsuk), parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 2017.
  • Possibilità di realizzare un’indimenticabile escursione in kayak tra gli iceberg, in piena armonia con la natura.
  • Partecipare a un tour unico e completo in un piccolo gruppo di massimo 12 persone accompagnati da guide/accompagnatori di lingua italiana.
Programma

1° giorno: Volo Italia/Copenaghen o Reykjavik Keflavik e pernottamento (servizi non inclusi, su richiesta).

2° giorno: Accampamento di Qaleraliq e navigazione

Volo da Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport a Narsarsuaq. Incontro con la guida e navigazione in imbarcazione semirigida (zodiak) lungo il fiordo di Tunulliarfik fino ad arrivare a Qaleraliq. Navigheremo tra gli iceberg verso l’Inlandis (la Calotta Polare) per giungere all’accampamento fisso situato in una spiaggia di sabbia bianca davanti a tre enormi fronti glaciali. La vista sul ghiacciaio rende questo luogo uno dei più magici del sud della Groenlandia: enormi pezzi di ghiaccio si staccano creando forti rumori che interrompono il silenzio di questi luoghi incontaminati.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

3° giorno: Lago Tasersuatsiaq e vista dell’Inlandis

Partiremo dall’accampamento e, percorrendo un’incredibile vallata dall’aspetto quasi desertico, giungeremo a una zona ricca di tundra dove si trova il lago Tasersuatsiaq. Risaliremo la cima (400 metri s.l.m. circa) per ammirare dall’alto il fiordo, il lago, la maestosa calotta polare con le sue famose isole rocciose chiamate “nunatak”. Possibilità di avvistare fauna locale, nonché i numerosi caribù che vivono pacifici in queste zone.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

4° giorno: Fronti glaciali ed escursione sul ghiacciaio

Oggi navigheremo per circa 10 km a bordo dello zodiak avvicinandoci ai fronti glaciali, per ammirare le pareti verticali che si gettano sul mare, gli iceberg e il distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. Sbarco e inizio dell’escursione guidata sul ghiacciaio con ramponi (accessibile a tutti) attraverso una delle superfici ghiacciate più antiche del pianeta, esplorando le crepe, i seracchi e le varie formazioni di ghiaccio che conferiscono al ghiacciaio un incredibile aspetto labirintico. Un’esperienza unica, originale, eccitante che riesce a sorprendere tutti.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.

5° giorno: La città Inuit di Narsaq

Trasferimento in imbarcazione semirigida fino alla città di Narsaq, la terza città del sud con i suoi 1.500 abitanti, famosa per le sue casette colorate. Tempo libero per visitare la cittadina, il porto, il mercato del pesce o per trascorrere del piacevole tempo con gli abitanti presso il bar locale.
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

6° giorno: Saarloq e le acque calde di Uunartoq

Navigheremo in direzione di Saarloq, pittoresco villaggio praticamente abbandonato dove potremo passeggiare prima di raggiungere, sempre via mare, il villaggio di Alluitsup Paa. Questa località è famosa per essere “la capitale delle balene” infatti, durante la navigazione tra l’intricato dedalo di fiordi, con un po’ di fortuna ne potremo avvistare diverse specie. Arriveremo, infine, all’isola di Uunartoq, dove sgorga acqua calda dal terreno e dove avremo tempo libero per poter godere di un rilassante bagno in acque che raggiungono i 38°C e che sono frequentate anche dai locali. Poco distante da queste “piscine naturali” potremo ammirare grandi blocchi di ghiaccio che rendono questo paesaggio ancora più suggestivo e ricco di contrasti. Cena e pernottamento in tenda.

7° giorno: Tasermiut, Tasiusaq e Kuusuaq

A bordo dello zodiak navigheremo per il fiordo del Tasermiut, probabilmente uno dei più remoti a belli della zona, prima di arrivare a Tasiusaq: villaggio ripopolato negli anni ’30 dai famigliari dei sopravvissuti a una terribile carestia avvenuta circa 140 anni fa. Continueremo via mare, per raggiungere l’accampamento di Kuusuaq, nei pressi del quale faremo una bella camminata immersi in un paesaggio alpino mozzafiato. Cena e pernottamento in tenda.

8° giorno: Il ghiacciaio e le montagne del Tasermiut

Arriveremo al ghiacciaio del Tasermiut, navigando lungo l’omonimo fiordo accompagnati da viste impressionanti sulle cime di Ketil, Ulamertorsuaq e Tininnertuup. Giungeremo ai piedi della massa glaciale, una “cascata di ghiaccio” che si getta in mare con un’estensione di 3 km, uno scenario davvero impressionante.
Pernotteremo in una cornice naturale considerata come una delle “10 meraviglie dell’Artico”: un accampamento vicino alla cima del Ulamertorssuaq, famosa parete rocciosa verticale che attrae molti scalatori da tutto il mondo.
Cena e pernottamento in tenda.

9° giorno: Trekking di Nalumasortoq

Oggi ci avvicineremo alle pareti granitiche del Nalumasortoq, che possono apparentemente sembrare delle grandi pagine di un libro aperto: realizzeremo un trekking immersi nella natura glaciale e alpina del luogo. Ci faranno da cornice numerose cime, tra cui la facciata sud del Ketil e quella nord del Ulamertorssuaq. Cena e pernottamento in tenda.

10° giorno: Trekking di Ulamertorssuaq

Anche oggi ci dedicheremo a un emozionante trekking verso la cima Ulamertorssuaq, famosa per essere considerato il miglior “Bigwall” dell’Artico e meta prediletta da molti scalatori che vogliono intraprendere l’impresa di risalire le sue pareti.
Cena e pernottamento in tenda.

11° giorno: Nanortalik

Saliremo a bordo dello zodiak per raggiungere la città più meridionale del Paese, nonché per rientrare alla “civiltà”. Arriveremo, infatti, a Nanortalik, la seconda città più abitata del sud della Groenlandia. Tempo libero per la visita della cittadina, del Museo della Cultura e Tradizioni Inuit, per comprare qualche oggetto di artigianato locale o semplicemente bere qualcosa ammirando le viste di un villaggio che rimane isolato dal ghiaccio durante gran parte dell’anno. Possibilità di realizzare una visita guidata della cittadina (opzionale).
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

12° giorno: Alluitsup Paa e Qaqortoq

Un piccolo villaggio che si affaccia sul mare aperto ci accoglierà dopo una navigazione in zodiak: Alluitsup Paa, con le sue tranquille vie dove potremo passeggiare alla scoperta di antiche tradizioni di pesca e caccia Inuit. Continueremo la nostra giornata a Qaqortoq, la capitale della Groenlandia del sud, dichiarata cittadina più affascinante del Paese grazie alle tipiche e variopinte casette di legno che colorano le sue vie. Tempo libero per conoscerne i dintorni o per entrare nel Museo, nel negozio di pelli o nel club di kayak locale. Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.

13° giorno: Igaliku, Qassiarsuk e il Qooroq

Oggi raggiungeremo in zodiak Itilleq da dove inizia il Kongevejen (Sentiero del Re) che percorreremo per scoprire Igaliku “il villaggio più bello della Groenlandia”, con le sue colorate case e una magnifica vista sul fiordo. Visiteremo le rovine di Gardar, l’antica capitale religiosa della Groenlandia vichinga che, dal 2017, fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Ci imbarcheremo nuovamente e, navigando tra gli enormi iceberg, attraverseremo il fiordo del Qooroq dove si trova il fronte glaciale più attivo di tutta la regione. Prosegue la nostra navigazione fino a Qassiarsuk, un villaggio di circa 40 abitanti, dove si potrà vedere la statua del famoso Leif Erikson, il primo esploratore europeo ad essere giunto a nord del Continente americano, figlio di Erik Il Rosso e fondatore di Brattahlid, il primo insediamento scandinavo e la capitale della Groenlandia vichinga.
Cena e pernottamento in rifugio/ostello.

14° giorno: Tasiusaq, Sermilik e kayak tra gli iceberg

Cammineremo per raggiungere la fattoria di Tasiusaq, sulle sponde del fiordo di Sermilik solitamente bloccato da iceberg provenienti dal ghiacciaio Eqaloruutsit. Possibilità di realizzare un’emozionante escursione in kayak (opzionale): si tratta di una facile e sicura escursione (accessibile a tutti) in kayak di circa due ore, tra le tranquille acque del fiordo e i numerosi iceberg provenienti dal ghiacciaio. Dopo l’escursione in kayak si ritorna a Qassiarsuk, con visita guidata di Brattahlid, oggi parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, dove si stabilì Erik Il Rosso. Cena e pernottamento in rifugio/ostello.

15° giorno: La “Valle dei mille fiori” e il ghiacciaio

Navigazione in imbarcazione semirigida diretti a Narsarsuaq. Prenderemo parte a una delle escursioni più famose della Groenlandia, la “Valle dei mille fiori”: formata dal ritiro dei ghiacci che ha lasciato, dietro di sé, sedimenti tra i quali nascono ogni primavera coloratissimi fiori. Risaliremo un sentiero fino alla cima, dove si trova il ghiacciaio Kiattut dal quale si possono ammirare delle viste spettacolari del ghiacciaio, la valle e i numerosi “nunatak” presenti tra i ghiacci. Cena a base di specialità Inuit locali.
Pernottamento in rifugio/ostello.

16° giorno: Narsarsuaq-Copenaghen/Reykjavik

Rientro a Narsarsuaq, tempo libero per una visita al museo Blue West che racconta del ruolo di Narsarsuaq durante la Seconda Guerra Mondiale. Possibilità di risalire al “View Point”, dalla quale si possono avere viste del fiordo, della pianura di Narsarsuaq e del ghiacciaio del Kiattut. Pranzo libero e volo per Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport. Cena libera e pernottamento a Copenaghen o Reykjavik (su richiesta).

17° giorno: Volo Copenaghen o Reykjavik Keflavik – Italia (su richiesta).

NOTA BENE: il programma è a titolo orientativo e può essere soggetto a variazioni a causa di circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno, del ghiaccio e del mare, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere l’organizzazione e la guida a variare il programma stabilito all’origine, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore. La Groenlandia è il paese più selvaggio dell’emisfero nord, le infrastrutture sono a volte quasi inesistenti e quindi le difficoltà logistiche sono enormi. Un proverbio locale groenlandese dice: “il clima comanda in Groenlandia”. Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso, ma il programma di viaggio e le attività previste rimangono comunque le stesse.

Più informazioni

Tipologia di tour

Si tratta di un viaggio avventura, livello medio.Questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti coloro che amano il trekking e desiderano realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura selvaggia, con un minimo di allenamento e non hanno problemi a dormire in tenda.

Escursioni e attività

Il trekking sono di livello medio di durata variabile dalle 3 alle 4 ore giornaliere, con soste e pause intermedie. Un unico trekking può raggiungere le 5-6 ore di durata e un dislivello di circa +600 metri, ma si sviluppa su un terreno di facile percorribilità. È importante ricordare che le variabili condizioni metereologiche groenlandesi e lo stato del terreno, che in alcuni punti potrebbe risultare scivoloso,  possono variare sensibilmente il livello delle camminate, pertanto la guida si occuperà di adattarne il ritmo. Potrebbe essere necessario attraversare piccoli ruscelli.Il livello delle escursioni è da considerarsi un fattore puramente soggettivo e che dipende anche dal livello e dalla condizione fisica di ogni partecipante.Tutte le escursioni sono facoltative, trattandosi di un viaggio itinerante e considerata la conformazione della destinazione, non è possibile proporre attività alternative.

Ramponi sul ghiacciaio: si tratta di una semplice camminata con i ramponi su una lingua glaciale. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà un trekking che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sul ghiaccio millenario ed essere testimoni delle incredibili formazioni di ghiaccio, i crepacci, i seracchi, ecc. L’escursione con i ramponi sarà guidata da una guida specializzata di Alta Montagna con omologazione internazionale.

Escursione in kayak:  è un’attività opzionale – si realizza a bordo di kayak doppi e si tratta di una piacevole passeggiata su acque tranquille vicino alle rive del fiordo caratterizzato dalla presenza di numerosi iceberg. Non è necessaria esperienza previa, la guida fornirà il materiale necessario e tutte le informazioni per vivere al meglio l’esperienza in completa sicurezza.

Gruppo

Minimo 6 – massimo 12 persone. Il gruppo piccolo di partecipanti rende il clima tra i viaggiatori famigliare, amichevole e sereno. Lo spirito di gruppo e la collaborazione sono elementi essenziali per questo e per tutti gli altri viaggi che propone Terre Polari, con l’obiettivo di essere non solo un viaggiatore, ma parte integrante dell’avventura polare. L’organizzazione è internazionale, pertanto potrebbero prendere parte al tour viaggiatori di altre nazionalità con cui condividere esperienze e momenti.

Le prenotazioni si possono effettuare in qualsiasi momento, indipendentemente dal numero di viaggiatori interessati (individuali, coppie, gruppetti, ecc.). Al momento della prenotazione, previo pagamento della quota prevista, si verrà assegnati ad un gruppo in formazione fino al raggiungimento di massimo 12 viaggiatori previsti.

Età minima

L’età minima consigliata è di 15 anni compiuti; i minori di 18 anni devono essere accompagnati dai genitori o da un tutore legale.

La guida

Le guide sono parte integrante dei gruppi che accompagnano durante tutta la durata del tour: guidano i trekking e coordinano il gruppo. Inoltre, organizzano tutte le attività comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione da parte di tutti. Le guide sovraintendono sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da loro fornite per lo svolgimento dell’itinerario. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse hanno facoltà di modificare il programma se lo ritengono necessario.Durante la permanenza e l’avventura nel sud della Groenlandia, è possibile che diverse guide si alternino e si incarichino della buona riuscita del programma descritto. In alcuni casi, nelle partenze “italiane”, potrebbe esserci la presenza di una guida affiancata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana.

Le attività comuni

Lo spirito d’avventura, di collaborazione, di complicità e solidarietà sono valori che rappresentano appieno la filosofia di questo viaggio assieme a buon umore e tolleranza verso i compagni di viaggio. Per attività come preparazione dei pasti, lavaggio dei piatti, montaggio tende, carico/scarico bagagli dalle imbarcazioni e trasporto materiale comune dal punto di sbarco all’accampamento è richiesta la piena collaborazioni da parte di tutti, guida compresa.

Navigazione e imbarcazioni

Vista la quasi completa assenza di una rete stradale nel sud della Groenlandia, i trasferimenti si effettuano via mare in un’imbarcazione semirigida a motore (zodiak), guidata da personale esperto. Si tratta di un mezzo sicuro, perfetto per navigare agilmente tra le acque e per raggiungere zone altrimenti inaccessibili. Verrà fornito dall’organizzazione l’equipaggiamento specifico per la navigazione.

Il bagaglio

A ogni viaggiatore è richiesto di avere con sé uno zainetto di 20/30 litri (da utilizzare durante le attività) e un bagaglio di circa 60/70 litri (per il materiale personale). Il bagaglio più grande non deve essere rigido, ma morbido e comodo per i numerosi spostamenti in zodiak (zaino o borsone). All’arrivo in Groenlandia sarà fornito dall’organizzazione a ogni partecipante 1 sacco/borsone in materiale resistente (capacità 90 litri) all’interno del quale dovrà essere messo tutto l’abbigliamento e il materiale personale necessario durante il viaggio compreso il sacco a pelo. L’abbigliamento non utile per il tour può essere lasciato all’interno del proprio zaino/borsone presso un magazzino nei pressi del rifugio e sarà riconsegnato alla fine del tour. In caso si smarrimento del bagaglio durante il volo, l’organizzazione farà il possibile per recapitarlo la viaggiatore ma, viste le complessità logistiche di trasferimento e la zona remota, non si può garantire la consegna in tempi brevi.

Clima e ore di luce

Nel sud della Groenlandia le temperature superano spesso i 15º in luglio, in agosto si mantengono tra i 5º e i 10º con occasionali gelate durante la seconda metà del mese e in settembre le temperature oscillano tra i 5º e gli 8º durante il giorno, arrivando a scendere fino ai -5º durante la notte. Tuttavia le condizioni meteorologiche in Groenlandia non sono prevedibili, pertanto è necessario essere sempre ben equipaggiati in caso di precipitazioni e vento. Durante il periodo estivo, soprattutto tra il mese di giugno e quello di luglio, si possono raggiungere le 20 ore di luce al giorno.

EstateOre di lucegiornialereTemperature medie(max/min)
giugno/luglio18-2015°/10°
agosto14-1710°/5°
settembre13-118°/-5°

Aurora Boreale

Questo particolare fenomeno è generalmente osservabile solamente in inverno, ma nel sud della Groenlandia è possibile ammirare questo spettacolo di luci già a partire da metà agosto. Queste zone risultano essere, infatti, uno dei migliori osservatori naturali per ammirare le Aurore Boreali. Inoltre, la poca contaminazione luminosa che troveremo durante il tour, renderà possibile l’avvistamento in qualsiasi luogo durante le notti più serene.

Condizioni del ghiaccio e del mare

La corrente proveniente dall’oceano Artico, trasporta con sé grandi quantità di ghiaccio che fanno sì che le acque groenlandesi siano ricoperte da grandi iceberg. La banchisa risulta solitamente sgombra e perfettamente navigabile ma, sebbene accada raramente, potrebbe diventare impossibile raggiungere alcune zone per mare. Infatti, gli enormi pezzi di ghiaccio potrebbero ostacolare la navigazione all’interno di alcuni fiordi del sud della Groenlandia fino a bloccarli completamente. In caso non si potesse navigare, l’organizzazione si adopererà nel trovare un percorso alternativo via terra, se possibile.

Comunicazioni

La connessione telefonica è presente solamente nei centri urbani, come Narsarsuaq, Qassiarsuk, Narsaq, Qaqortoq e Nanortalik. Fuori dai centri abitati non è garantita la copertura telefonica, pertanto gli accampamenti sono provvisti di telefono satellite Iridium e di radio, le imbarcazioni sono dotate di radio a banda marina e le guide dispongono uno SPOT (localizzatore satellitare GPS o simile) di emergenza.

Pernottamento

una delle caratteristiche di questo tour è il pernottamento in camera condivisa con servizi comuni, in strutture come rifugi o ostelli totalmente equipaggiati o in accampamento.Rifugio/ostello: situati sulle rive di un fiordo si trovano in contesti paesaggistici unici. Le strutture prevedono camere da 2 a 12 posti letto, sono riscaldate, dispongono di elettricità e acqua calda. Nell’ostello Leif Eriksson di Qassiarsuq è possibile utilizzare Wi-Fi a pagamento nelle zone comuni. Gli alloggi non forniscono biancheria da letto, pertanto è necessario che ogni viaggiatore abbia con sé un sacco a pelo. I pernottamenti previsti  potrebbero essere sostituiti con pernottamenti in altre strutture della zona con le stesse caratteristiche.

Accampamento di Qaleraliq: si trova su una spiaggia di sabbia fina, davanti a grandi fronti glaciali. È costituito da una tendone tipo domo che funge da cucina equipaggiata e sala da pranzo comune dove verranno servite colazioni e cene, mentre il pernottamento è previsto all’interno di tende, su brandine a castello e si dorme nei propri sacchi a pelo pesanti (vedi sezione “EQUIPAGGIAMENTO”). L’accampamento si trova a circa 150 m. dal punto di sbarco dallo zodiak, dispone di bagno chimico esterno e condiviso, ma non dispone di docce. L’accampamento si trova in un ambiente completamente isolato, dove sono assenti altri segni della presenza umana. Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Accampamento di Tasermiut: situato ai piedi delle pareti rocciose di Ulamertorssuaq, Nalumasortoq e Ketil, si tratta di un accampamento costituito da una tenda premontata tipo domo che funge da cucina equipaggiata e sala da pranzo comune dove verranno servite colazioni e cene. Il pernottamento, invece, è previsto su materassini isolanti nei propri sacchi a pelo pesanti, all’interno di tende doppie da spedizione, che andranno montate da ogni viaggiatore una volta giunti in loco. Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Accampamento di Uunartoq e di Kuusuaq: entrambi gli accampamenti dispongono di una tenda “tipi” che funge da cucina e che andrà montata da il gruppo una volta giunti in loco. Il pernottamento è previsto in tende igloo da 2 posti, su materassini isolanti nei propri sacchi a pelo pesanti (vedi sezione “EQUIPAGGIAMENTO”). Vista la totale assenza di acqua corrente si utilizzerà l’incontaminata acqua del fiume di origine glaciale per bere, lavarsi e la preparazione dei pasti. Considerata, inoltre, la mancanza di elettricità si consiglia di portare con sé un caricatore esterno o batterie di scorta per il materiale elettronico.

Alimentazione

Questo tour prevede la formula di pensione completa (bevande escluse) con le colazioni, pranzi e cene incluse (come da programma di viaggio). Il pranzo è solitamente un pic-nic, mentre la colazione e la cena vengono preparati dalla guida con la piena collaborazione di tutti i viaggiatori e vengono consumate presso il luogo dove si pernotta. Si prevede l’utilizzo di alcuni prodotti in scatola.Durante la cena tradizionale si ha la possibilità di assaggiare alcuni degli alimenti tipici della cucina Inuit: carne di foca, di balena e di caribù, fletan affumicato, anmassat e baccalà essiccato,  ecc.Qualora il viaggiatore abbia delle esigenze alimentari particolari, intolleranze, celiachia, o sia vegetariano, deve segnalarlo al momento della prenotazione compilando un apposito modulo  affinché le guide possono essere informate con largo anticipo delle specificità di ognuno e venire incontro, nel limite del possibile, alle esigenze di tutti i viaggiatori.

Prenotazione e termine d'iscrizione

Prenotazione: acconto del 40% del prezzo totale del tour + quota volo dall’Italia a Reykjavik o Copenaghen + tasse aeroportuali voli interni + eventuali supplementi o servizi extra + polizza medico/bagaglio/annullamento (obbligatoria) e spese gestione pratica al momento della prenotazione, il saldo entro 45 giorni prima della partenza. Per prenotazioni in epoca successiva a tale termine il saldo dovrà essere versato al momento della prenotazione in un’unica soluzione.

Termine d’iscrizione: raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per poter trovare migliori soluzioni e tariffe dei voli. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour e dei posti liberi nei voli a Narsarsuaq; sotto data potrebbe esserci un supplemento applicato dalla compagnia aerea.

VIAGGI AVVENTURA

Camminare su un ghiacciaio, navigare in kayak fra gli iceberg… La Groenlandia è senza dubbio una destinazione unica dove poter vivere una delle più belle avventure dell’emisfero nord, adatta ad ogni tipo di viaggiatore che desideri vivere un’esperienza a contatto con la natura selvaggia. Il viaggio avventura è la combinazione perfetta tra trekking, attività giornaliere, navigazione in zodiac, in un gruppo ridotto di soli 12 viaggiatori accompagnati da una guida esperta. Il prezzo include praticamente tutto, in modo tale che le spese in Groenlandia siano minime. I tour si sviluppano nel sud della Groenlandia, la zona con più varietà di paesaggi e più ricca di storia inuit e vichinga.

TI PIACEREBBE CONOSCERE MEGLIO ISLANDA E GROENLANDIA IN UN UNICO VIAGGIO?

Possibilità di combinare due tour:

Gran tour dell’Islanda e del fiordi dell’ovest + Il Meglio della Groenlandia

IL VIAGGIO IN IMMAGINI

Ivette, una delle nostre viaggiatrici ha preparato questo bellissimo video. Vuoi vivere anche tu questa meravigliosa avventura?

ESPLORA ALTRI VIAGGI
AVVENTURA COMFORT
Giugno a Agosto

TOUR AVVENTURA COMFORT ALLA SCOPERTA DEL SUD DELLA GROENLANDIA

Prezzo da: 2.795€
8 giorni. Livello semplice. Avventura in Groenlandia: escursione sul ghiacciaio, navigazione tra gli iceberg, trekking e cultura inuit.
AVVENTURA
Giugno a Settembre

LE MERAVIGLIE DELLA GROENLANDIA

Prezzo da: 2.195€
8 giorni. Livello semplice. Percorri l'inesplorato sud della Groenlandia, Patrimonio dell'Umanità, iceberg e ghiacciai.

VIAGGIO AVVENTURA

15 giorni

Da

2.895€

Destinazione

Groenlandia

Sconto 2% se hai già viaggiato con noi!

Esperienze e attività

24 ore di luce al giorno (giugno-luglio) e Aurore Boreali (da metà agosto in poi), navigazione in zodiac tra iceberg e fronti glaciali, trekking, camminate sul ghiacciaio con i ramponi, acque termali, cultura inuit e vichinga, escursioni in kayak (opzionali)

LIVELLO MEDIO (+info)

Date

Partenze estate 2021
Da giugno a settembre

Per maggiori informazioni sulle partenze dell’estate 2020 anteriormente pubblicate, puoi consultare la pagina SPECIALE VIAGGI COVID-19.

Le date, i prezzi e i programmi di viaggio previsti per l’estate 2021 saranno disponibili a breve.
Richiedici la scheda del tour e ti invieremo via mail tutte le informazioni appena disponibili.

Quota individuale

Da 2.895 €

Da Reykjavik da 2.895 €
Da Copenaghen da 3.195 €

  • Volo di andata e ritorno da Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport a Narsarsuaq
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto e come da programma
  • 6 pernottamenti in rifugio/ostello e 8 in tenda (camere condivise e servizi comuni)
  • Pasti: 14 colazioni, 13 pranzi e 11 cene (compresa la cena Inuit) come da programma
  • Tutte le escursioni e le attività in programma (tranne quelle opzionali)
  • Guida/accompagnatore di lingua italiana (o di lingua inglese – vedi lista partenze)
  • Spese di gestione pratica (30 euro per persona)
  • Volo dall’Italia a Reykjavik o Copenaghen
  • Pernottamenti extra pre e post tour (2 notti) a Reykjavik o Copenaghen
  • Tasse aeroportuali Copenaghen/Narsarsuaq (Euro 157) o Reykjavik/Narsarsuaq (Euro 175)
  • Escursioni extra
  • Tutto quanto non specificato come “incluso”
  • Polizza medico/bagaglio/annullamento (obbligatoria)
  • Pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall’agenzia
Comprende
  • Volo di andata e ritorno da Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport a Narsarsuaq
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto e come da programma
  • 6 pernottamenti in rifugio/ostello e 8 in tenda (camere condivise e servizi comuni)
  • Pasti: 14 colazioni, 13 pranzi e 11 cene (compresa la cena Inuit) come da programma
  • Tutte le escursioni e le attività in programma (tranne quelle opzionali)
  • Guida/accompagnatore di lingua italiana (o di lingua inglese – vedi lista partenze)
Non comprende
  • Spese di gestione pratica (30 euro per persona)
  • Volo dall’Italia a Reykjavik o Copenaghen
  • Pernottamenti extra pre e post tour (2 notti) a Reykjavik o Copenaghen
  • Tasse aeroportuali Copenaghen/Narsarsuaq (Euro 157) o Reykjavik/Narsarsuaq (Euro 175)
  • Escursioni extra
  • Tutto quanto non specificato come “incluso”
  • Polizza medico/bagaglio/annullamento (obbligatoria)
  • Pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall’agenzia

SIETE IN TANTI?

Questo viaggio può anche essere organizzato in esclusiva per il tuo gruppo di amici, famigliari, un’associazione o simili. Se sei interessato a questa opzione contattaci per avere maggiori informazioni.

CONDIVIDI QUEST’AVVENTURA

VIAGGI AVVENTURA

Camminare su un ghiacciaio, navigare in kayak fra gli iceberg… la Groenlandia è senza dubbio una destinazione unica dove poter vivere una delle più belle avventure dell’emisfero nord, adatta ad ogni tipo di viaggiatore che desideri vivere un’esperienza a contatto con la natura selvaggia. Il viaggio avventura è la combinazione perfetta tra trekking, attività giornaliere, navigazione in zodiac, in un gruppo ridotto di soli 12 viaggiatori accompagnati da una guida esperta. Il prezzo include praticamente tutto, in modo tale che le spese in Groenlandia siano minime. I tour si sviluppano nel sud della Groenlandia, la zona con più varietà di paesaggi e più ricca di storia inuit e vichinga.

TI PIACEREBBE CONOSCERE MEGLIO ISLANDA E GROENLANDIA IN UN UNICO VIAGGIO?

Possibilità di combinare due tour:

Gran tour dell’Islanda e del fiordi dell’ovest + Il Meglio della Groenlandia

IL VIAGGIO IN IMMAGINI

Ivette, una delle nostre viaggiatrici ha preparato questo bellissimo video. Vuoi vivere anche tu questa meravigliosa avventura?

ESPLORA ALTRI VIAGGI
AVVENTURA COMFORT
Giugno a Agosto

TOUR AVVENTURA COMFORT ALLA SCOPERTA DEL SUD DELLA GROENLANDIA

Prezzo da: 2.795€
8 giorni. Livello semplice. Avventura in Groenlandia: escursione sul ghiacciaio, navigazione tra gli iceberg, trekking e cultura inuit.
AVVENTURA
Giugno a Settembre

LE MERAVIGLIE DELLA GROENLANDIA

Prezzo da: 2.195€
8 giorni. Livello semplice. Percorri l'inesplorato sud della Groenlandia, Patrimonio dell'Umanità, iceberg e ghiacciai.

SIETE IN TANTI?

Questo viaggio può anche essere organizzato in esclusiva per il tuo gruppo di amici, famigliari, un’associazione o simili. Se sei interessato a questa opzione contattaci per avere maggiori informazioni.

CONDIVIDI QUEST’AVVENTURA

Richiesta informazioni e scheda tecnica

    Richiesta informazioni e scheda tecnica...

    INFORMAZIONI SUI LIVELLI

    I Viaggi AvventuraAvventura-comfort sono viaggi attivi, accessibili a tutti coloro che vogliono conoscere queste destinazioni attraverso escursioni e trekking a contatto con la natura incontaminata di questi luoghi.

    Semplice: viaggi con escursioni e trekking non impegnativi, senza zaino e di durata approssimativa tra le 3 e le 5 ore con soste lungo il cammino.

    Medio: viaggi con trekking di durata variabile tra le 5 e le 7 ore con soste lungo il cammino. Alcuni viaggi avventura di livello medio prevedono trekking di livello semplice ma hanno una durata di 8 giorni o più.

    Le Spedizioni sono traversate che permettono di scoprire gli angoli più belli e a volte meno conosciuti, in completa autonomia a piedi, con gli sci, con le racchette da neve, i cani da slitta o i kayak.

    Semplice: viaggi attivi senza difficoltà tecnica e con camminate di durata pari o inferiore alle 5 ore.

    Medio: viaggi attivi con trekking dalle 4 alle 7 ore giornaliere, si consiglia di godere di una buona forma fisica, di non avere problemi a trasportare il proprio zaino sulle spalle e si raccomanda allenamento e potenziamento della resistenza per godere al meglio dell’avventura.

    Alto: le tappe superano, in alcuni casi, le 8 ore di traversata. In alcuni casi si richiede di avere una buona esperienza alpinistica e godere di una buona forma fisica.

    Richiesta informazioni e scheda tecnica

      Richiesta informazioni e scheda tecnica...

      Richiesta informazioni e scheda tecnica

        Richiesta informazioni e scheda tecnica...

        Vuoi entrare anche tu a far parte dello staff di Terre Polari?

        Se anche tu sei amante della natura e delle attività outdoor e parli almeno due lingue straniere (inglese, spagnolo, francese) inviarci il tuo curriculum dettagliato completo di foto e una presentazione autorizzando il trattamento dei dati ai sensi dell´informativa sulla Privacy a curriculum@terrepolari.com